Pagare Canone Unico Patrimoniale

  • Servizio attivo

Il servizio consente di effettuare una richiesta di occupazione suolo pubblico con contestuale pagamento degli oneri necessari


A chi è rivolto

Chiunque intenda occupare suolo pubblico o diffondere messaggi pubblicitari, anche mediante affissioni, deve essere munito di regolare concessione o autorizzazione. Pertanto, ai sensi dell'art. 1, comma 823, della legge n.160/2019, il canone si rivolge:

  • al titolare dell'autorizzazione pubblicitaria (il canone è dovuto sia dal proprietario del mezzo che dal soggetto pubblicizzato);
  • al titolare della concessione di occupazione di suolo pubblico ( nel caso di una pluralità di occupanti di fatto, sono tutti tenuti al pagamento del canone).

In assenza del titolo, il canone si rivolge a chiunque intenda, anche abusivamente, diffondere messaggi pubblicitari o occupare, in via temporanea (durata inferiore a 365 giorni) o permanente (durata superiore o uguale a 365 giorni), gli spazi ed aree di uso pubblico appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, compresi gli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico, nonché quelli di proprietà privata soggetti a servitù di pubblico passaggio costituita nei modi e nei termini di legge.

Descrizione

Il canone unico patrimoniale (CUP) ha come finalità ultima quella di riunire in un'unica forma di prelievo, le entrate relative all'occupazione di aree pubbliche e la diffusione di messaggi pubblicitari.

Infatti, ai sensi dell'art. 1, comma 816, della legge n.160 del 27 Dicembre 2019, a decorrere dal 2021 il canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria sostituisce la tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) ed il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP); l'imposta comunale sulla pubblicità (ICP) e il diritto sulle pubbliche affissioni; il canone per l'installazione dei mezzi pubblicitari e il canone di cui all'art. 27, commi 7 e 8, del codice della strada.

Come fare

E' necessario accedere con la propria identità digitale attraverso l'utilizzo del pulsante "Accedi al Servizio" e compilare le informazioni richieste. A valle dell'inserimento di tutti i dati sarà elaborato un pagamento tramite bollettino pagoPA dedicato.

Cosa serve

Per usufruire del servizio occorre l’identità digitale SPID, necessaria per accedere, e fornire:

  • Disegno/planimetria dell’area da occupare
  • Copia titolo abilitativo lavori (CIL, CILA, SCIA, DIA, PDC)
  • Documentazione fotografica (facoltativa) a colori, con angoli di ripresa differenti, dell’area da occupare)
  • Nulla-osta dell'ente proprietario della strada (solo per strade non comunali)

Cosa si ottiene

Si ottiene il permesso per l'occupazione dell'area richiesta in domanda, con indicazione del numero, della tipologia e della durata della concessione.

Tempi e scadenze

 Il canone per le occupazioni annuali deve essere commisurato e corrisposto ad anno solare (01/01-31/12).

  • Il versamento relativo alla prima annualità va eseguito all’atto del rilascio della concessione o dell’autorizzazione, la cui validità è condizionata alla dimostrazione dell’avvenuto pagamento. 
  • Per le annualità successive a quella del rilascio della concessione, il versamento del canone va effettuato entro il 30 aprile di ciascun anno; se tale data cade in giorno festivo, il versamento va effettuato il primo giorno feriale successivo. 

Il canone deve essere corrisposto in unica soluzione. È ammessa la possibilità del versamento in n. 3 rate trimestrali anticipate (scadenti rispettivamente il 30/04-31/07-31/10 di ogni anno), qualora l’importo annuo dovuto sia superiore ad €1.000,00.

Il canone per le occupazioni temporanee, deve essere versato all’atto del rilascio della concessione o dell’autorizzazione, in unica soluzione anticipata per tutto il periodo dell’occupazione.

Nel caso di concessioni ricorrenti, cioè rilasciate per periodi individuati, anche a carattere stagionale, che si ripetono, il versamento va effettuato in quattro rate di pari importo.

30 giorni

Tempi di pagamento

Tempi massimi per il pagamento del canone idrico

2025 30 Apr

Tempi di rinnovo

Per l'annualità successiva alla prima, la scadenza è il 31 marzo di ogni anno

Quanto costa

Ai sensi del regolamento approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 30/04/2021, il pagamento del canone dipende dal tariffario allegato, approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 33 del 29/02/2024

TABELLA TARIFFE OCCUPAZIONI

Accedi al servizio

Il servizio consente di pagare il canone idrico

Uffici che erogano il servizio

Ulteriori informazioni

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Ufficio Tributi - Entrate - Contenzioso

Amministrazione e riscossione di tasse e imposte locali come l'IMU (Imposta Municipale Unica), la TARI (Tassa sui Rifiuti), la TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili), e altre imposte comunali.
Argomenti:

Pagina aggiornata il 04/07/2024


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri